Cyberbullsimo - tema svolto di Benedetta Troni 1° F

Il termine cyberbullismo indica atti di bullismo effettuati tramite mezzi elettronici, è utilizzato per intimorire e perseguitare un soggetto.
Un caso di cyberbullismo ha recentemente sconvolto l'America, una ragazza di 15 anni, per sfuggire a tutti gli insulti e alla durezza di internet ha scelto la strada più semplice: la morte.
Amanda, così si chiamava, si era imbattuta in un cyberbullo che la minacciava e talvolta pubblicava delle sue foto compromettenti spingendola ad un gesto estremo.
Un'altra vittima del cyberbullismo, è Hannah, 14 anni.
Si è uccisa dopo aver ricevuto offese e insulti su un social network, la chiamavano "grassa","cicciona","mucca". Questa è la fine che fanno molte persone quando arrivano al limite della sopportazione.
Il cyberbullismo è un fenomeno letale in grado di far scomparire giorno dopo giorno l'autostima e la sicurezza di una persona. Secondo me il problema più grande è che le persone colpite da questa forma di abuso online non riescono a confidarsi con i familiari, quindi questi ultimi spesso vedono solamente l'ansia e la depressione che si possessa dei loro figli senza saper la vera ragione del loro stato emotivo. Credo che la categoria più colpita, anzi ne sono sicura, sia quella degli adolescenti.  La caratteristica del cyberbullo è l'anonimato. A volte il ''ricattatore'', chiamiamolo così, si nasconde dietro profili falsi comunemente chiamati fake, in questo modo non può essere riconosciuto e per la vittima è molto difficile difendersi perchè non ha un contatto diretto con il bullo. Il cyberbullismo è molto diffuso in America ma ora sta "sbarcando" anche in Italia, forse coloro che agiscono credono che quello che stanno facendo sia uno scherzo, ma purtroppo non si rendono conto delle gravi conseguenze e la domanda che mi pongo spesso è: "non si sentono in colpa dopo aver saputo della morte del loro bersaglio?".
Personalmente se dovessi trovarmi in una situazione di questo tipo  riferirei tutto ad amici e famigliari e denuncerei l'accaduto,nella speranza che si risolva tutto, però, non avendo mai provato queste sensazioni mi è difficile giudicare e trattare questo argomento, ma sono cose che succedono, dalle quali non si può scappare,bisogna solo affrontarle e combatterle INSIEME.

Commenti

Post popolari in questo blog

Il Femminicidio - tema svolto di Eleonora Cassanmagnago 2^F

Tema sull'adolescenza - Benedetta Di Cesare 2^F