Post

Visualizzazione dei post da 2014

Recensione del libro di Jay Asher "Tredici" - di Ilaria Giani

Immagine
“Sono 13 innocenti fino a quando non schiacciano Play” E’ così che l’autore decide di presentare il libro in copertina; sono poche parole ma fanno immediatamente capire al lettore che quello che sta per leggere non sarà un altro romanzo con un lieto fine.

Bullismo: una delle cause del suicidio adolescenziale - di Ilaria Giani

Immagine
Cagliari, il suicidio di un'adolescente. Gli amici: "E' stata vittima dei bulli" Il suicidio di Carolina, 14 anni e il coro in rivolta su Twitter Marco, suicida a 14 anni perché gay: «Un gesto estremo per la paura dei bulli» Questi sono solo alcuni dei titoli di giornale che si vedono recentemente girando su Internet.

Tema svolto su bullismo e cyberbullismo - di Silvia D'Addessa

Immagine
Traccia
Capita sempre più spesso di sentire di parlare di bullismo per biasimare certi atteggiamenti che i ragazzi più rissosi rilevano nei confronti dei loro compagni di classe. Prova a spiegare le caratteristiche del fenomeno.

Svolgimento
Una persona è oggetto di bullismo, ovvero è prevaricata o vittimizzata, quando viene esposto, ripetutamente nel corso del tempo, alle azioni offensive messe in atto da parte di uno o più persone .

"Monuments men" di Robert M. Edsel - di Silvia D'Addessa

Immagine
Il libro "Monuments men" di Robert M. Edsel, da cui è stato tratto anche il film di George Clooney, parla di soldati coraggiosi quanto improbabili, chiamati proprio Monuments men, che durante il secondo conflitto mondiale vengono spediti in Europa per salvare i capolavori dell'arte.
Mentre Hitler invadeva un paese dopo l'altro, infatti, si impadroniva di sculture e dipinti seguendo un piano sistematico per riunire tutte le opere più importanti nelle mani dei tedeschi.

Vacanza-studio a Salamanca - di Ludovica Giangregorio

Immagine
Quest'estate ho avuto l'opportunità di trascorrere due settimane in Spagna in una località poco distante da Madrid di nome Salamanca per una vacanza-studio organizzata dalla professoressa Moretti, nostra insegnante di spagnolo, e dal professor Neri, insegnante della sezione I.
Eravamo in totale dieci alunne cinque della mia classe, quattro della classe del professor Neri e una ragazza esterna alla scuola amica di una mia compagna.

Uguaglianza effettiva neri americani: la lotta e' ancora dura - di Benedetta Di Cesare

Immagine
Uguaglianza effettiva neri americani: la lotta e' ancora dura
Benedetta Di Cesare 3^F
Dopo aver letto un articolo di Massimo Gaggi, ho capito che l'America nonostante tutto ciò che è successo nella sua storia , è  ancora molto lontana dal diventare una democrazia multietnica.
La prima parte dell'articolo mostra come in molti stati del sud tutt'oggi i neri venivano segregati: quasi tutti finiscono in galera e pochi riescono a concludere una carriera di successo.

“Il nome della rosa” di Umberto Eco - di Eleonora Cassanmagnago

Immagine
Nel novembre del 1327 Guglielmo da Baskerville, un frate francescano, giunge ad una abbazia benedettina nel Nord Italia, accompagnato dal giovane Adso, con il compito di riunire il papato e l’impero. All’arrivo, il frate viene a conoscenza di un apparente suicidio di frate Adelmo, gettatosi dalla finestra della torre più alta dell’abbazia; la prima di una lunga serie di misteriose disgrazie.Il giorno seguente muore Venanzio, traduttore dal greco e dall’arabo, devoto ad Aristotele,che si era incuriosito di un libro trovato nella biblioteca, nel reparto dei libri maledetti.

Otto minuti di follia sui social network possono compromettere una vita intera?! - di Eleonora Cassanmagnago

Immagine
Paolo, bancario di Genova ne ha avuto la prova.
Leggendo alcuni quotidiani ho trovato un articolo che riguardava una truffa ai danni di Paolo, un uomo di 30 anni il quale per conoscere delle ragazze, ha aperto un profilo su facebook. Navigando ha conosciuto una ragazza che si spacciava per modella e che desiderava contattarlo anche tramite Skype (video telefonata che utilizza la rete). All’inizio Paolo temeva fosse un “fake”, un profilo con foto false, perciò l’ha invitata a mostrarsi tramite webcam.

Musica in classe seconda

Immagine
Omaggio a Fabrizio De André - prima parte classe 2F video su youtube Omaggio a Fabrizio De André - seconda parte classe 2F video su youtube I Cantautori 2F approfondimento di Roberto Oliverio in mp3, disponibile anche in formato wma Homo Faber; omaggio a Fabrizio De André Recital didattico di Luigi Gaudio - Percorso di approfondimento su Fabrizio De André a quindici anni dalla morte, anche in inglese

Clownterapia - di Naomi Carbonoli

Immagine
Grazie all'incontro sulla Clownterapia ho capito che la risata è uno "strumento" che possediamo tutti ma di cui, spesso, ignoriamo  il potere. Io mi reputo una persona molto solare, e forse anche per questo , mi piace molto vedere felici le altre persone. Purtroppo non tutti sono felici, spesso per motivi di salute , in particolare per questo reputo la Clownterapia un'attività molto utile. Soprattutto per aiutare i più piccoli a ritrovare il sorriso. La nascita di questa attività si deve al dottor Adams. Quest'uomo aveva un bellissimo sogno: AIUTARE IL PROSSIMO. Così si iscrisse alla facoltà di medicina e finalmente nel 1983 aprì una clinica gratuita, nella quale il rapporto tra pazienti e dottori si basava sulla FIDUCIA e BUONUMORE. La Clownterapia ha l'obbiettivo di migliorare le condizioni emotive e psicologiche dei bambini impedendogli di credere che l'ospedale sia un luogo appartenente solo a medici e infermieri.Regaladogli sorrisi e emozioni si sentiran…

Clownterapia - di Rebecca Capozzi

Immagine
"Se si cura una patologia o si vince o si perde. Se si cura una persona vi garantisco che si vince, qualunque esito abbia la terapia." Questa frase di Patch Adams ha un significato molto forte perché racchiude in sé il pensiero ed i principi ispiratori della clownterapia. di cui il predetto medico fu l'ispiratore. Patch Adams, medico statunitense degli anni '80, riteneva infatti che "la missione di un medico non deve essere solo quella di prevenire la morte, ma anche migliorare la qualità della vita."
Con la mia classe ho partecipato ad un incontro con gli operatori della clownterapia in un luogo diverso da quello in cui essi operano abitualmente, cioè l'ospedale. I "clown" ci hanno illustrato la loro attività. com'è organizzata e i suoi scopi. Dottor Sorriso è una fondazione onlus e quindi senza scopo di lucro, formata da clown professionisti (i dottor sorriso) e clown volontari. I primi sono formati specificamente al rapporto con i bambi…

Clownterapia - di Eleonora Cassanmagnago

Immagine
Traccia
“Se si cura una patologia o si vince o si perde. Se si cura una persona vi garantisco che si vince, qualunque esito abbia la terapia” (H. Patch Adams).
A partire da questa affermazione rifletti sull’incontro di Clowterapia al quale hai partecipato.
Esponi Brevemente la storia, gli obbiettivi e i luoghi in cui opera la Clownterapia.
Racconta la tua esperienza e motiva le tue opinioni e conclusioni a riguardo.
Svolgimento
La Clownterapia ha avuto origine negli anni ’80 a New York e negli anni ’90 si sviluppò anche in Europa prima in Francia e poi in Italia. In Italia raggiunse l’apice grazie al dottor Hunter Adams il quale fondò l’istituto Gesundheit, nel West Virginia. Hunter Adams usò la risata come medicina per i suoi pazienti ed ebbe molto successo in quanto la risata produce molti benefici. Questa tecnica di guarigione negli ultimi anni purtroppo però è stata designata solamente ai bambini e non più a tutti.                                                         Gli obbiet…

Clownterapia - di Ludovica Giangregorio

Immagine
Dottor Sorriso nasce nel 1995. La sua missione è quella di rendere migliore, attraverso il sorriso, la qualità della vita dei bambini durante la loro degenza in ospedale.
Il ricovero in ospedale, come per tutti, è un potenziale trauma perché non si ha solo il disagio fisico ma anche una forte paura e ansia sia per i bambini, che si trovano in un ambiente sconosciuto e potenzialmente minaccioso, e oltretutto con persone sconosciute e sia per i genitori che stanno attraversando un momento di ansia e preoccupazione che aumentano così anche la paura e la frustrazione nei confronti del bambino.
A questo punto intervengono i clown ognuno con il proprio soprannome, uno più divertente dell’altro, fanno un intervento speciale, diverso da bambino a bambino, utile per migliorare la qualità della vita in quel momento e affrontare con maggior leggerezza il ricovero.
I bambini in queste situazioni si trovano del tutto impotenti perché non possono e non sanno come affrontare il problema e per quest…

Clownterapia - di Andrea Brazzoli

Immagine
“Se si cura una patologia o si vince o si perde. Se si cura una persona vi garantisco che si vince, qualunque esito abbia la terapia” (H. Patch Adams). A partire da questa affermazione rifletti sull’incontro di Clownterapia al quale hai partecipato. Esponi brevemente la storia, gli obiettivi e i luoghi in cui opera la Clownterapia. Racconta la tua esperienza e motiva le tue opinioni e conclusioni al riguardo.

Qualche settimana fa io e i miei compagni di classe abbiamo avuto modo di partecipare ad un incontro di Clownterapia, presso il Centro Congressi della Provincia, In Via Corridoni, a Milano.
Alcuni clowns e dei responsabili delle rispettive strutture ospedaliere in cui essi operano ci hanno mostrato praticamente e descritto come viene effettuata la Clownterapia.
Essa venne ideata e utilizzata dapprima da Hunter Patch Adams, medico e attivista statunitense, che nel 1971, dopo essersi lasciato alle spalle una giovinezza difficile e travagliata, condizionata da una grave depressione,…

Clownterapia - di Maddalena Crivellente

Immagine
La clownterapia è nata in America negli anni settanta. Il suo ideatore è il dottore Hunter “Patch” Adams, che dopo una vita drammatica, arrivato quasi al punto di uccidersi, capì che la sua strada doveva essere quella di aiutare il prossimo e così ricominciò gli studi per laurearsi in medicina. Ancora durante gli sudi notò come un semplice sorriso potesse migliorare la qualità di vita del paziente, come potesse curare la persona stessa e rendere la permanenza in ospedale più sopportabile e divertente, accompagnandola nei momenti più difficili. Patch e altri universitari che col passare del tempo si erano legati a lui, andarono contro a tutti quei medici che non li sostenevano e soprattutto contro al decano Walcott, che li aveva addirittura portati davanti a un giudice, poi perdendo, poiché riteneva la loro condotta cattiva e sbagliata.  Patch e gli altri, vincendo ogni avversità, si laurearono e raggiunsero il loro obiettivo: aprire una clinica gratuita per i più poveri, introducendo…

Clownterapia - di Benedetta Di Cesare

Immagine
Patch Adams dopo aver tentato il suicidio viene ricoverato in un ospedale psichiatrico, dove gli si “apre la mente” e aiuta un paziente a superare la paura degli scoiattoli.
Successivamente si dimette dall'ospedale e, volenteroso di aiutare il prossimo, decide di intraprendere gli studi per medicina.
Si iscrive quindi alla facoltà e conosce Truman, un ragazzo con cui stringe subito amicizia, Corin e Mitch.
Patch inizia da subito ad aiutare le persone usando “eccessiva felicità” con trovate bizzarre per migliorare la loro condizione di vita e non far pesare loro troppo la malattia.
Successivamente Patch Corin e Truman aprono una clinica gratuita dove conoscono molti pazienti tra cui Larry, un ragazzo con disturbi mentali. Larry pare un ragazzo molto solo e chiede di poter parlare con uno dei tre “dottori”, così Corin si reca a casa sua per poterlo aiutare ma viene uccisa da lui stesso che successivamente si suicida.
Questo porta molto scompiglio nella vita di Patch il quale era in…

Meglio leggere un libro o vedere un film? - di Eleonora Cassanmagnago

La lettura di un libro è ottima per ampliare il proprio vocabolario e sviluppare la propria fantasia. Un libro deve seguire i gusti della persona per poter essere letto senza fatica ed essere considerato intrigante. La lettura deve essere una passione e non un peso e di ciò spesso se ne parla in riferimento alla scuola, dove molti ragazzi pensano che la lettura di un libro sia noiosa e non un modo per arricchire la propria cultura. E’ interessante leggere un libro e vedere le differenze con il film tratto dal libro stesso dove, spesso molti avvenimenti importanti per il lettore, vengono eliminati dal copione, perché ritenuti superflui. Quando bisogna regalare un libro occorre essere a conoscenza dei gusti del destinatario perché si rischia di fare un regalo poco gradito e che non verrà mai utilizzato. Un altro aspetto negativo a volte è che per leggere un libro ci vuole tempo e non sempre se ne ha, perciò si rischia spesso di non leggere abitualmente.
Molti adolescenti e a volte anche…

Le diete: dal nutrizionista o "fai da te"? - di Eleonora Cassanmagnago

La dieta è l’argomento principale nel periodo pre-estivo perché molti cercano di perdere peso per la prova costume. In questi periodi si diffonde molto da dieta “fai da te”. Molte persone decidono di dare un taglio drastico con il cibo spesso sbagliando, difatti le persone tendono ad eliminare carne e pasta senza nemmeno sapere ciò di cui il corpo ha bisogno. Inoltre ci sono molti siti internet e riviste che ne approfittano e riempiono di consigli alimentari e diete che promettono di perdere parecchi chili in poco tempo. Spesso però si tratta di diete che non funzionano o che funzionano solo temporaneamente. Le diete “fai da te”, sono seguite da chi vuole ottenere risultati in poco tempo, ma non sono diete indicate e sono anzi da evitare. Provocano una perdita di peso e di massa muscolare senza ridurre la massa grassa. In questo modo creano l’illusione di una perdita di peso che però non corrisponde ad un’adeguata tonificazione muscolare che è ciò che fa sembrare il corpo asciutto e s…

Il gioioso mendicante

Immagine

"Alto come un vaso di gerani" di Giacomo Poretti

Immagine
Il nuovo libro da leggere è:

"Alto come un vaso di gerani" di Giacomo Poretti

qui sotto due video su youtube:


c'e' anche una mia videorecensione: